Club d'incontri per singles e "fiere del matrimonio combinato" dai genitori sono all'ordine del giorno

Da sempre i genitori cinesi considerano il matrimonio dei loro figli come un avvenimento importante. Ora che la maggior parte delle coppie del Paese non ha che un figlio unico, questo avvenimento acquista ancora più importanza. Mentre molti giovani non hanno problemi a conseguire un titolo universitario o una specializzazione o a trovare un impiego ben remunerato in una compagnia multinazionale, trovare un partner è un compito piuttosto arduo. Quando il figliolo si avvicina alla trentina e non sembra esserci in vista nessun partner, papà  e mamma cominciano a trasformare la loro pressione verbale in azioni concrete. Parecchie città cinesi tengono delle "fiere del matrimonio combinato" secondo le intenzioni dei genitori. All'interno di queste fiere, i genitori scambiano informazioni sul loro figlio con altri genitori che sono nella stessa situazione, nella speranza di trovare un partner reciprocamente conveniente, "reciprocamente conveniente" per i genitori, s'intende.Non sono solo i genitori che s'interessano a questa situazione. A Pechino, Bailingtan è un club per singles che viene in soccorso a queste anime sole. Si rivolge in particolare ai "colletti bianchi" soli e permette loro di incontrare persone organizzando attività di gruppo nella speranza di incontrare "il" o "la" partner dei propri sogni. Questo club ha per ora 3.000 associati e una dozzina di coppie felici che potranno dire ai loro bambini: "Ci siamo incontrati a Bailingtan"."Questo sembra paradossale che, in una società  ogni giorno sempre più aperta, i giovani si chiudano sempre più in se stessi. Molti sognano di trovare il partner ideale, ma poi non si danno da fare per raggiungere questo obiettivo. Il nostro club è il luogo adatto per queste persone. Dopo tutto, ogni membro ricerca la stessa cosa!" - dice Li Jingmin, creatore di questo club. La signorina Li Sha, 29 anni, lavora come editrice ed è socia di Bailingtan. Si è laureata a 25 anni, ma oggi vive ancora coi genitori. Un lavoro impegnativo le impedisce di avere una vita sociale attiva e la si vede raramente fuori dall'ufficio o fuori di casa. Molti dei suoi colleghi di studio o di lavoro conducono una vita simile, così che Li Sha comincia a chiedersi se un giorno troverà  un compagno. Spera che Bailingtan l'aiuterà .In questi ultimi anni il fenomeno del matrimonio tardivo dei giovani è diventato un problema di interesse pubblico. Secondo il "Rapporto sullo sviluppo della popolazione di Shanghai nel 2004", il 73,59% delle donne sposate che hanno un alto livello di scolarità , si sono sposate a un'età  più avanzata dello stesso gruppo di donne sposatesi nel 2003. E' un fenomeno generale che riguarda le grandi città della Cina. Attualmente, molte delle donne intorno alla trentina sono singles. I risultati di un'altra ricerca vanno nella stessa direzione: a Pechino e a Shanghai il numero dei singles supera il milione.Secondo Yuan Yue, fondatore e presidente del consiglio di amministrazione della società di ricerche Horizon: "Nelle grandi città , i giovani si isolano sempre di più gli uni dagli altri. Hanno molti colleghi di studio e di lavoro, ma questi offrono scarse occasioni di relazioni amorose e di matrimoni."

Lo scorso anno, una ricerca del "China Youth Daily" ha dimostrato che il 58,6% dei singles ha attribuito la propria solitudine o quella dei loro colleghi alle loro limitate attività  sociali. Inoltre, il 45,1% ha ammesso di nutrire delle aspettative troppo elevate verso l'eventuale partner e il 27,1% riconosce come causa sia il proprio lavoro sia le aspettative esagerate.L'AMORE O LA CARRIERA?In Cina, non è la prima volta che l'argomento del matrimonio tardivo coinvolge la società. Durante gli anni '80, i giovani che erano stati mandati a lavorare in campagna durante la Rivoluzione culturale (1966-1976) sono ritornati in città ma avevano già passato l'età del matrimonio. Per risolvere questo problema, la Segreteria del Comitato centrale del partito comunista cinese aveva allora organizzato una conferenza speciale per discutere del matrimonio di questi giovani che avevano superato la trentina. Sposarli era diventata una missione nazionale."Le conseguenze erano forse le stesse a quell'epoca, ma le circostanze erano molto diverse", fa notare Wu Xiuping, vicesegretaria generale della Società cinese del matrimonio e della famiglia. In quell'epoca i giovani non avevano titoli di studio ed erano in cattive condizioni finanziarie. Al contrario i giovani di oggi hanno titoli di studio, guadagnano un buon stipendio e occupano impieghi importanti nelle diverse imprese. Inoltre non si aspettano certo che il governo si occupi dei loro affari personali.Wang Jie è ricercatore aggiunto all'Accademia delle scienze sociali di Tianjin.

Egli crede che nella maggior parte dei casi, le difficoltà  attuali riflettano i problemi generati dalla rapida trasformazione della società cinese degli ultimi decenni. Quando la società  cinese era soprattutto agricola, non c'erano pressoché differenze nello stato economico della gente o nel livello di educazione. Inoltre c'era anche un'ampia scelta nelle comunità  d'allora. Sposarsi era un gesto necessario, soprattutto per garantirsi una discendenza più che per trovare il grande amore. Ai nostri giorni, i giovani più ambiziosi pensano che è necessario evitare di sposarsi per garantirsi successo e ricchezza. Wu Xiuping espone le preoccupazioni dei giovani: "La società ha bisogno di gente sempre più qualificata. Se un giovane vuole ottenere un buon posto, non solamente deve impiegare anni nello studio e nella formazione professionale, ma deve anche affrontare una forte concorrenza, quindi dedica i migliori anni della sua vita a questo e tralascia le occasioni di intraprendere relazioni amorose e di sposarsi." IL DENARO O L'AMORE?Wei Ping, 32 anni, è responsabile di un'azienda d'informatica e ha incontrato una dozzina di donne che genitori e amici gli hanno presentato. Dopo tutti questi appuntamenti, si è reso conto che "le donne colletti bianchi" sono al tempo stesso romantiche e realiste. Sperano di trovare un uomo con una condizione economica stabile, ma allo stesso tempo lo vogliono romantico. Tra "i colletti bianchi" vi sono più donne singles che uomini. A dispetto della loro realizzazione economica e sociale, queste donne mantengono sempre la convinzione tradizionale che le donne devono sposare un uomo "forte", il che riduce di parecchio le possibilità di scelta. Parallelamente gli uomini subiscono una doppia pressione: la pressione da parte della società e la pressione delle aspettative elevate delle donne. Quindi ritardano il loro progetto di matrimonio e il momento di farsi una famiglia. Convinti che bisogna prima avere una carriera sicura e che una famiglia non è felice senza un conto in banca ben fornito e un appartamento, gli uomini s'impegnano prima a raggiungere questi obiettivi. L'aspetto economico è ciò che preoccupa di più i giovani quando prendono in considerazione un partner. Secondo Yang Xiong, presidente dell'Istituto di ricerca sui giovani che fa capo all'Accademia delle scienze sociali di Cina, questa tendenza ha preso piede negli ultimi 25 anni. E' nel 1994 che lo stato economico ha superato il livello di studio: lo stato sociale e il contesto famigliare sono i primi criteri di scelta nei confronti del partner. Yang attribuisce questa tendenza alla rapida crescita economica della Cina.Yin Ling è socia di Bailingtan e sta per sposare il suo fidanzato francese. Lei pensa che i giovani occidentali, quando si tratta di stabilire una relazione seria, danno più importanza alla personalità  dell'eventuale partner che alla sua condizione finanziaria.

Secondo lei questo dipende dal livello di vita già  alto dei paesi occidentali."SINGLE" COME SCELTA DI VITA Nella Cina di oggi i legami interpersonali sono meno stretti e l'individualismo sta crescendo. Alcuni scelgono la "singletudine" per semplificarsi la vita.Secondo i risultati di uno studio sociologico, una donna sulla trentina e laureata può scegliere un marito tra lo 0,2% di uomini. Se però non tiene troppo conto dell'età , dell'educazione o di un matrimonio precedente, la sua scelta si amplia fino al 18%. Ma il problema è che la maggior parte degli uomini non può accettare che una donna con un livello più elevato di studio diventi la propria moglie. Un'inchiesta effettuata da un sito Web è arrivata alla stessa conclusione: il 72% degli uomini non sposerebbe una donna più competente di loro.Sha Qing, 37 anni, è professore universitario e ha uno stipendio sicuro e interessante e possiede un appartamento di più di 100 mq. E' single perché è convinto che due individui con una forte personalità  non possano accettarsi nelle difficoltà della routine quotidiana. L'amore è piacevole, dice Sha, ma non il matrimonio. "Oggi i giovani sono più restii a cambiare la loro personalità per adattarsi al proprio partner. E se lo fanno, è la fine dell'amore."Si dice che le donne siano più preoccupate degli uomini per quanto riguarda il matrimonio. Le donne in carriera temono di dover sacrificare la loro brillante carriera per una vita da casalinga e di doversi consacrare interamente alle cure di un bambino, del marito e dei suoceri. Altre dubitano che il matrimonio possa riuscire e preferiscono non sposarsi piuttosto che subire un divorzio ancora considerato da molti come una vergogna. La mancanza di fiducia nei "lacci coniugali" sembra aver raggiunto proporzioni epidemiche tra le odierne singles. Tuttavia i genitori non perdono la speranza e i club d'incontro attirano le masse. Li Jingmin si sente ottimista a questo proposito. Distribuisce vino ai suoi clienti prodigandosi in espressioni consolatorie del tipo: "La tua anima gemella di sicuro ti attende da qualche parte." Il signor Li guadagna bene e il suo club è sempre affollato. Liberamente tratto da un articolo di Liu jiang e Cao Yang, "La Chine au présent", 2006 - 5