Categoria: ROMANZO
Editore: DONZELLI
Anno: 1997
Note: PP.178

Visite: 515

  / 0
ScarsoOttimo 

Recensione

Scritto da Super User

Yu Hua

Roma
Donzelli
1997 - Terza ristampa: giugno 1998
178 p. 21 cm.
Titolo originale: Huozhe. Traduzione di Nicoletta Pesaro



ABSTRACT

SUPERVINCITORE DEL PREMIO \"GRINZANE CAVOUR 1998\"
\"C\'è della tenera ironia in fondo a queste pagine. Vivere può essere bellissimo. Basta solo imparare a non morire\"
Paolo Mauri, \"La Repubblica\"

Il giovane Fugui, ricco proprietario terriero, in una notte perde al gioco tutto ciò che possiede. Da quel momento si dipana la sua semplice e intensa vicenda di contadino diseredato: la fame, la guerra, la carestia, la fatica, le privazioni, e il dolore più grande: la perdita dei propri cari in una tragica catena di eventi. Sullo sfondo, i sussulti della storia cinese, negli anni tumultuosi della Repubblica popolare.
Attraverso la rievocazione del protagonista, la trama dei grandi eventi della Storia viene ritessuta nella memoria, ironica e pietosa, dell\'umile e dolente destino di un uomo e della sua famiglia. Su tutto domina, testardo, l\'attaccamento alla propria esistenza, al fatto stesso di esistere.
Un inno alla vita, dunque, a qualunque vita: a quella che ci fa godere del piacere e della ricchezza, ma anche a quella che ci viene assegnata per una beffa della sorte e ci costringe ad accettare la fatica, l\'umiliazione, il dolore.
\"Ho deciso di scrivere questo romanzo - racconta Yu Hua - per descrivere la capacità dell\'uomo di essere ottimista nei confronti del mondo. Durante la stesura ho capito che gli uomini vivono per la vita in sŽ e per null\'altro al di fuori di questa. Sento di aver scritto un\'opera nobile\".

\"A ripensarci questa vita è passata così veloce, una vita del tutto normale: mio padre sperava che facessi onore ai miei antenati, diciamo che aveva scelto la persona sbagliata; io, beh il mio destino era questo\".


BIOGRAFIA

Yu Hua è nato nel Zhejiang (Cina meridionale) nel 1960. Dopo essersi occupato di medicina, dal 1987 si è interamente dedicato alla narrativa. Ha scritto diversi racconti e novelle e due romanzi, tra cui questo Vivere! (1992), la sua opera più significativa, da cui è stato tratto l\'omonimo film del regista cinese Zhang Yimou.