Categoria: ROMANZO
Anno: 1995
Note: PP.109

Visite: 635

  / 0
ScarsoOttimo 

Recensione

Scritto da Super User

Su Tong

Roma - Napoli
Theoria
1995
109 p. 19.5 cm
Letterature 63
Titolo originale: Yingsu zhi jia. Traduzione dal cinese e cura di Rosa Lombardi



ABSTRACT

Dopo Mogli e concubine e Cipria, Su Tong torna alla storia dell\'autodistruzione di una famiglia, della sua caduta fisica e morale, dietro cui si intravede il crollo di valori della società cinese pre - rivoluzionaria.

La casa dell\'oppio è l\'affresco della lenta, inesorabile autodistruzione di una famiglia di un villaggio del Sud, del suo crollo fisico e morale, dietro al quale si intravede, come attraverso un pannello schermato, il crollo di una parte della civiltà cinese nei primi anni del secolo. Perversione sessuale, deformità, lussuria, ferocia e impotenza, corruzione. Su Tong affonda la lama in una materia in via di decomposizione, nel sangue marcio di un ambiente chiuso come una serra attorno a un padre - padrone coltivatore di oppio e alla sua famiglia: una moglie ex prostituta che mette al mondo un figlio nato da una relazione con un servo, un figlio idiota ossessionato dalla fame e dall\'omicidio, un fratello malato di sifilide. Su tutto l\'odore forte e inebriante dei papaveri da oppio che danno alla famiglia quella ricchezza contaminata che è all\'origine del senso del peccato e di espiazione che pervade l\'intero libro. Romanzo cupo e sanguigno, scritto con una tecnica narrativa di straordinario pathos, con lo scrittore che indossa di volta in volta i panni dei diversi personaggi in un crescendo che va dal monologo interiore, all\'invettiva, al discorso onirico, a un realismo spietato e teatrale. La casa dell\'oppio è, come gli altri romanzi di Su Tong, ambientato nel passato pre - rivoluzionario, in un dŽcor al tempo stesso fatiscente e sensuale dietro cui si intravede però, come in un improvviso balenio accecante, una delle ossessioni forti della cultura cinese di sempre: la stirpe, la famiglia, gli antenati, le generazioni e la storia che passa sopra di esse con la violenza distruttrice di un uragano.


BIOGRAFIA

Su Tong vive a Nanchino, in Cina, e ha 33 anni. é considerato il miglior scrittore della generazione post-rivoluzionaria. Autore molto letto in Cina, deve il suo successo in Europa alla pubblicazione del romanzo Mogli e concubine (Theoria, due edizioni) da cui il regista Zhang Yimou ha tratto il film Lanterne rosse. Theoria ha anche pubblicato il racconto lungo Cipria.