Categoria: RACCONTI
Editore: EINAUDI
Anno: 1997
Note: PP.169

Visite: 1281

  / 0
ScarsoOttimo 

Recensione

Scritto da Super User

Yu Hua

Torino
Einaudi
1997
169 p. 19.5 cm
Einaudi Tascabili. Stile libero 476
A cura di Maria Rita Masci



INDICE

Introduzione all\'edizione italiana di Yu Hua

Un tipo di realtà
1986
Passato e castigo
Errore in riva al fiume

Note al testo


ABSTRACT

I \"racconti crudeli\" dello scrittore più estremo della Cina d\'oggi

\"Il mio compito è sintetizzare la saggezza umana, e il punto più alto di tutta la saggezza umana sono le punizioni.\"

I racconti che compaiono in questo libro sono tratti dalla Raccolta delle opere di Yu Hua (Titolo originale: Yu Hua zuopin ji, Zhongguo shehui kexue chubanshe, 1994). Essi appartengono alla fase iniziale del lavoro di Yu Hua e sono quelli che lo hanno fatto apprezzare in Cina come uno dei principali esponenti dell\'avanguardia narrativa affermatasi alla fine degli anni \'80.
Diamo di seguito, nell\'ordine in cui compaiono in questa raccolta, i titoli originali dei racconti con l\'anno di pubblicazione.
Xianshi yizhong, 1988
Yijiubaliu nian, 1987
Wangshi yu xingfa, 1989
Hebian de cuowu, 1988

Yu Hua apre la sua lente di scrittore - entomologo sulle lacerazioni del tessuto sociale della Cina d\'oggi. E vi scopre una materia infetta, corrotta, che racconta con l\'imperturbabile e raggelata umiltà di un antico cronachista. Il suo occhio clinico coglie le contraddizioni tra le oscure pulsioni degli individui e l\'indifferente razionalità paranoica delle norme sociali. é in questo quadro che la violenza in Yu Hua diventa una forma espressiva.
Una lotta fratricida che disintegra una famiglia tra orribili patimenti; la lucida mania omicida di un insegnante che per le strade di Pechino mette in pratica i suoi anni di studio sulle tecniche della pena di morte nella Cina dei mandarini; l\'esperto in punizioni che descrive alla sua vittima la \"sublime meraviglia\" del morire tagliati in due: sono alcune delle storie di questo libro violentissimo fino all\'orrore, ma anche, per paradossale miracolo, pacato e sognante.
Attraverso una galleria di figure esemplari (il bambino, la vecchia, lo sconosciuto, l\'esperto in punizioni) e al tempo stesso ferocemente corporee, emerge in questo libro la singolarità di un Paese sospeso tra un passato ormai remoto e un futuro senza più fedi: inquietanti ideogrammi stampati a fuoco nelle viscere di un\'umanità ferita che assiste stupefatta alla propria redenzione.
A cura di Maria Rita Masci.


BIOGRAFIA

Yu Hua è nato nel 1960 a Hangzou. Figlio di un\'infermiera e di un medico trascorre lunghi pomeriggi dell\'infanzia a giocare negli androni dell\'ospedale. Di quel periodo ricorda il passaggio dei morti verso l\'obitorio e il camice del padre sporco di sangue all\'uscita della sala operatoria. Lì fa il suo apprendistato di scrittore. Acheng lo considera il miglior scrittore della nuova generazione.